Relazione bilancio anno 2011

CONTO ECONOMICO
Entrate: ammontano a un totale di € 5.170,91

  • Entrate da privati: per € 1.765, in leggero calo rispetto al 2010
  • Entrate da aziende: per € 2.400, a conferma dell’importo del 2010
  • Entrate da cedole: per € 403,50, in lieve crescita riepetto al 2010
  • Entrate da erario: per € 597,93, dovute al contributo 5 x 1000 riferibile al 2009

Uscite: ammontano a un totale di € 4984,04

  • Oneri e interessi passivi: € 464,81, in linea con gli anni precedenti
  • Spese postali (incluse spedizioni riviste): € 916,70, lievemente sotto il precedente anno
  • Spese riviste Esperia: € 1602,53 in aumento rispetto al 2010
  • Spese amministrative: comprendono anche la spesa 2010 non liquidata
  • Spese per festa fine anno: non sostenute, perché tenuta presso il centro Papa Giovanni XXIII

Avanzo: dopo due anni di disavanzo, il 2011 ha rilevato un avanzo positivo per € 186,87

 

SITUAZIONE PATRIMONIALE
Attivo: ammonta a € 37.571,75, in linea col 2010. I saldi di chiusura esercizio al 28-2-2011 del c/c bancario (€ 5.076,15) e del c/c postale (€ 1.497,60) registrano una diminuzione dovuta ad acquisto di titoli di stato per un importo di € 23.000 (maggiore dell’anno precedente per € 1.000) e di fondi bancoposta per € 8.000. I titoli e i fondi sono espressi per il loro valore nominale, pari ora a € 30.998

Passivo: ammonta a € 37.571,75, che pareggia l’attivo includendo l’avanzo di gestione di € 186,87

 

BUDGET PREVENTIVO 2012
Entrate: maggiori entrate per circa € 1.800 sono sostanzialmente dovute a maggiori quote associative

Uscite: maggiori uscite per quasi € 1.000 sono riconducibili a una posta precauzionale per spese impreviste